Il cittadino scrive

Ogni cittadino può scrivere qui i commenti, le proposte, i consigli e, perché no, le lamentele. Tutti verranno presi in considerazione e riceveranno una risposta: pubblica se l'argomento è di interesse pubblico o privata se l'argomento è particolare. Questo strumento servirà a migliorare la comunicazione tra i Cittadini e il Municipio.

Scritto da: Enrico il: 23.03.2020

dove indirizzarsi per offrire disponibilita'

Buongiorno In questo periodo di difficolt' dovuto a CoronaVirus, dove indirizzarsi per offire disponibilita' (ad esempio a gruppi di aiuto locale)? Grazie Enrico Gussoni (classe 1960)...leggi tutto
La risposta del municipio
E’ già stata data risposta con email privata. Il Comune di Coldrerio funge comunque da catalizzatore delle disponibilità di eventuali volontari su territorio comunale. La Cancelleria Comunale in collaborazione con Smart Village potrà eventualmente suggerire potenziali richiedenti di aiuti di volontariato.
Scritto da: Brigitta il: 13.03.2020

Corona Virus

Buongiorno, lavorando come missione di Infermiera , vedo questo momento di crisi tanti utenti, anziani in difficoltà. Non hanno le maschere per proteggersi e non si trovano più. Sto regolando una maschera ad ogni uno che posso anche se le miei sono contati. Vorrei proponere ad ogni famiglia di regolare delle maschere da parte del municipio come gesto di Solidarietà. Cordiali saluti .Brigitta Maffeis. ...leggi tutto
La risposta del municipio
Gentile Signora, a seguito del suo messaggio possiamo informare che come comunicato dalle Autorità cantonali, la disponibilità delle mascherine non è illimitata e la priorità viene data al personale sanitario e parsanitario. Anche una distribuzione capillare di mascherine non avrebbe senso, in quanto quelle in dotazione hanno una durata limitata ed andrebbero sostituite in maniera molto frequente. Il Municipio di Coldrerio è dell'avviso di attenersi alle disposizioni e alle direttive emanate dall'Autorità Cantonale e Federale in merito al tema specifico. Cordiali saluti.
Scritto da: Daniela il: 06.02.2020

Stagno parco paü

Buonasera, Ho potuto constatare, passando spesso per il parco del paü, che lo stagno é quasi completamente prosciugato e mi chiedevo quale potesse esserne la causa. Non credo che lo si possa imputare alle scarse precipitazioni ed al clima secco in quanto é successo veramente in pochissimo tempo. Spero che si possa risolvere in qualche modo il problema per preservare la fauna e la flora di quella piccola oasi che caratterizza il parco e che mi ha affascinato dal primo giorno. Grazie mille ...leggi tutto
La risposta del municipio
Gentile Signora, in risposta alla sua segnalazione le possiamo comunicare che in quel periodo la squadra esterna stava eseguendo le ordinarie manutenzioni allo stagno de Paü, pertanto la capienza del bacino è stata abbassata volutamente per permettere la pulizia dello stagno. La situazione dovrebbe essersi sistemata nei giorni successivi ai lavori di manutenzione. Cordiali saluti.
Scritto da: Lorenzo il: 24.01.2020

Ecocentro.... si può fare di più

Buongiorno. Vi scrivo in merito all'ecocentro ed in particolare ad alcuni accorgimenti che, a mio avviso, devono essere portati. Se da un lato è positivo il fatto di portarlo fuori dal paese (dove disturba meno visto che nessuno ci abita, anche se soluzioni di prossimità andranno comunque valutate) dal mio punto di vista ci sono alcune cose che disincentivano il riciclo e quindi vanno contro l'obbiettivo dell'ecocentro stesso. Per prima cosa gli orari. Così come sono rendono praticamente inutilizzabile lo stesso a chi lavora riducendo la possibilità di riciclo al solo sabato. Un netto peggioramento rispetto a prima che va sicuramente corretto. Non essendoci abitazioni in zona un'apertura anche fino alle 20 tutti i giorni (magari parzialmente anche la domenica) non dovrebbe provocare alcun problema e darebbe la possibilità a chi lavora (e quindi non può svolgere queste attività prima delle 18.30/19) di poterne usufruire appieno della parte "libera" dell'ecocentro. Un altro punto sono l'esclusione di alcune tipologie di rifiuti portati negli ingombranti. Segnatamente le batterie (una cassetta neanche troppo voluminosa che mal si comprende perché è stata portata negli ingombranti) e ancora più importante la carta. Uno dei rifiuti più voluminosi e quantitativamente importanti. Capisco le misure di sicurezza ma il disservizio è grande e obbliga anche in questo caso all'utilizzo dell'ecocentro per chi lavora ad una sola mezza giornata (cioè al sabato mattina). Un compromesso che possa aiutare i cittadini senza metterne in discussione la sicurezza. Correttivi che oltre a rendere più interessante un punto importante come l'ecocentro eviterebbero di concentrare tanta gente in poco tempo con un viavai importante in un'area comunque circoscritta e su una stradina non proprio agevolissima con tanto traffico. Grazie, buona giornata. Lorenzo...leggi tutto
La risposta del municipio
Risposto via e-mail, comunque dopo le correzioni effettuate dal Municipio ad inizio febbraio, dopo il necessario tempo di test di un mese della nuova struttura, la situazione risulta considerevolmente migliorata.
sono presenti 4 domande